Un film: Be Kind una grande avventura.
Protagonista Nino, un bambino speciale con il sogno di fare il regista. Lui e la sua mamma, l’attrice Sabrina Paravicini, pongono uno sguardo gentile sul mondo della diversità per dimostrare che essere diversi è una rarità.
Micol Ferrara, project manager di Be Kind, ha raccolto queste suggestioni arrivando ad organizzare il primo avventuroso evento a sostegno di un film che vuole contribuire alla creazione di una comunità di gentilezza ricaricata di attenzioni, cortesia, generosità. Nella serata ufficialmente dedicata a San Valentino e all’Amore, lo chef Cesare Grandi ha accettato di ospitare il lancio del nuovo teaser del film creando un menu ad hoc ispirato ai sapori gentili, nutrimenti essenziali del vero amore.
Cibo, amicizia e convivialità faranno da cornice alla serata condotta dal giornalista de La Stampa Roberto Pavanello per la prima tappa di questo viaggio gentile nel mondo della diversità. Una serata ricca di sorprese e spunti di riflessione che sarà in parte legata, in occasione del lancio della campagna di crowdfunding su Eppela, alla raccolta fondi per la realizzazione del film. Un film che ci coinvolge tutti e richiede un semplice atto gentile per poter essere realizzato.

 

Vi aspettiamo.
Be Kind: praticanti in gentilezza.
La Limonaia Food as Culture
via Mario Ponzio 10, Torino

Il suo è un canto all’umanità fatto di immagini che colgono l’amore, il lavoro, l’amicizia, la preghiera, il gioco, l’attesa, la gioia.
Nel silenzio del suo bianco e nero siamo afferrati dall’intima verità dell’immagine.
Guarda negli occhi la gente che ritrae e la gente guarda lui, il suo obiettivo, senza farsi un tono o atteggiarsi ad altro da sé.
Coloro che vengono ritratti non offrono un’immagine di se stessi, offrono se stessi. Sanno che colui che li ritrae non esprime giudizi, non vuole fare cronaca, arte e denuncia.
Non costruisce l’immagine, la cerca riconoscendo la ricchezza e la fecondità del reale.
La fotografia ha la stessa concretezza della gente che ritrae, ha il sapore fragrante del pane e la genialità dell’artigiano tutto preso dall’urgenza della realtà. Cosi nasce la bellezza, una bellezza forte e per nulla patinata, che trova origine nella capacità di cogliere la verità di una storia.
Maurizio Grandi

Post correlati