Lezioni-di-...Harpo editore ha organizzato una serie d’incontri con il pubblico, per presentare un interessante libro di Luisa Romandini dal titolo: Lezioni di Erboristeria.
Il fatto che sia stato scelto di scrivere in copertina la parola erboristeria con la “E” maiuscola non credo sia casuale, perché in realtà il contenuto di questa nuova pubblicazione non può e non deve essere confuso con uno dei tanti testi erboristici presenti, numerosi, nelle nostre librerie.
ONgood ha avuto il piacere di partecipare alla presentazione di questo libro alla “Casa Internazionale delle Donne” in via della Lungara 19 a Roma, nel cuore di Trastevere. L’autrice Luisa Romandini, presente all’evento, è stata brillantemente coadiuvata dalle relatrici Beatrice Ciarletti, Anna Colarossi e Cecilia Fraternali.
Il libro, composto da duecento pagine, che introduce allo studio delle piante officinali, è suddiviso in “lezioni”. La suddivisione in “lezioni” determina la sua particolarità e chi volesse cimentarsi nella conoscenza o approfondimento della materia erboristica avrà una chiave di apprendimento facilitata.
Non un dizionario di patologie seguito da un elenco di Erbe in ordine alfabetico, ma una serie di argomenti a tema dove le varie materie s’intrecciano: la botanica, la farmacognosia, le preparazioni galeniche, la fisiologia.
L’ordine progressivo dei vari argomenti, fa da guida per orientarsi nella scelta del giusto rimedio erboristico per contrastare le singole malattie.
L’insieme del libro ha un carattere didattico, di facile lettura, con argomenti d’interesse attuale, come: l’Aloe, la cosmesi casalinga, la preparazione delle tisane, l’uso del Miele e degli altri prodotti apistici, e gli effetti aromaterapici degli oli essenziali.
Per ogni famiglia botanica si trovano le monografie delle piante più rappresentative.
Molti gli accenni a quella che è stata la cultura Medica dell’area Mediterranea, a partire dall’età ellenistica, praticata fino al XIX secolo, epoca in cui con le scoperte scientifiche si è data una nuova spiegazione ai processi fisiologici umani e vegetali.
La “Dottrina Umorale” teorizzava la coesistenza di 4 Umori fondamentali presenti e circolanti all’interno degli organismi viventi, animali e vegetali, determinandone le caratteristiche individuali (o Costituzione).
Ma le ricette riportate sono spesso la risultante della tradizione contadina, una cultura pratica, tutta al femminile, che senza conoscere la natura chimica dei singoli principi attivi ha fatto delle erbe officinali un uso empirico di sicura efficacia.
Luisa-Romandini-fotoL’autrice, Luisa Romandini, è erborista dal 1978 e specializzata in Erboristeria Tradizionale Mediterranea, docente di Farmacognosia e Tecniche di Laboratorio presso la scuola “Scienza e Tecnica” del Comune di Roma.
Ha tenuto numerosi seminari negli ultimi 10 anni i cui temi, a volte storici, “Unguenti e profumi della Roma Imperiale”, “Paracelso e il Rinascimento”, “Le piante della Bibbia”, a volte didattici “L’uso corretto degli oli essenziali”, “I prodotti dell’alveare”, con l’intento di avvicinare il pubblico ad una medicina chiamata oggi alternativa, ma ufficiale fino al secolo scorso.
Non ci resta che raccomandare questa lettura a tutti, perché non si tratta di un saggio per esperti e neanche del “vademecum del perfetto erborista”, ma di un valido biglietto d’ingresso per entrare in quel mondo affascinante delle erbe officinali tra l’antico e il presente.

“… L’uso dei rimedi erboristici è la forma
di medicina più antica e più diffusa
al mondo e Luisa la fa riscoprire
con competenza…”
Marco Sarandrea

“… Una miscela di teoria e pratica
descritte con chiarezza, semplicità
e fascino … ricco di citazioni storiche, aneddoti divertenti,
curiosità insospettabili…”
Guido Bonanni

www.harpoeditore.it